“Siete sicuri che gli antidemocratici siamo noi?”
5 Aprile 2016 alle 10:36

Guardate le foto qui sotto. Guardatele bene, ma bene bene. Sono i sostenitori dell’iniziativa lanciata a livello federale contro la dissimulazione del volto (prima foto). Vogliono fare la stessa cosa che ha fatto Ghiringhelli in Ticino: una legge che vieta di coprirsi il volto sulla pubblica via a tutti (seconda foto).

Vogliono vietarlo anche a chi si copre il volto per esprimere le proprie idee politiche o per far capire la bontà politica della loro azione.

Noi a quella legge ticinese ci opponiamo e ricorreremo al Tribunale federale. Lo faremo semplicemente perché siamo convinti che per esprimere la propria idea politica è talvolta necessario coprirsi il volto e nessuna legge deve vietarlo in modo assoluto (alcuni esempi per cui è necessario coprirsi il volto: per evitare ripercussioni sociali, per personificare un’idea o un cittadino X, per personificare un politico, per fare satira, ecc.).

Ora riguardate le foto qui sotto. Gli iniziativisti che vogliono vietare a tutti di dissimulare il volto sulla pubblica via… dissimulano il proprio volto sulla pubblica via! È come raccogliere firme contro la violenza e, per far passare il messaggio, andare in giro per strada a bastonare la gente a caso. Geniale, nevvero!

D’altronde sono personaggi talmente allucinanti che nemmeno si accorgono di cosa scrivono nelle loro leggi (come d’altronde non se ne accorgono i parlamenti): il signor Wobmann quando qualcuno ha notato che stava coprendosi il volto ha affermato che “in un Paese libero questo deve poter essere permesso” (fonte: http://www.nzz.ch/schweiz/aktuelle-themen/verhuellungsverbot-wenn-svpler-burka-tragen-ld.8607)

Anche quei furbetti del Mattino della domenica avevano fatto una cosa simile: per criticarci hanno scritto un’articolessa… sotto falso nome. Che è identico a mettersi una maschera e risponde alla stessa necessità di poter mantenere il proprio anonimato in determinate occasioni. Notate il dettaglio. Loro dicono di volere la legge contro la dissimulazione del volto per tutelare la democrazia, vietando così di esprimere liberamente le proprie idee politiche. Noi, che invece alla democrazia ci teniamo sul serio, ci battiamo perché tutti possano esprimere le proprie idee liberamente.

Il che significa anche purtroppo che, grazie a noi, loro potranno continuare a dire le loro fesserie a volto coperto. Siete sicuri che gli antidemocratici siamo noi?

Contarini1

Foto Keystone / Della Valle

Presa da: https://www.bluewin.ch/de/news/inland/2016/3/15/sammelfrist-fuer-initiative-fuer-ein-nationales-burk.html

Contarini2

Foto Ti-Press/Scolari

Presa da: http://www.rsi.ch/news/svizzera/Anti-burqa-a-livello-nazionale-7036778.html

Filippo Contarini e Martino Colombo

pubblicato il 5 aprile 2016 su gas.social


Categoria: news, rassegna stampa
Tags: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *