L’importanza delle liste internazionali
20 Agosto 2015 alle 0:04

Il contributo sul CdT del consigliere agli Stati Filippo Lombardi, primo proponente della lista «Ticinesi PPD nel mondo», è importante e lo ringraziamo per aver citato la lista internazionale del Partito Socialista. Questa è effettivamente la prima volta che noi socialisti proponiamo una lista della sezione internazionale anche in Ticino, ma da ben 12 anni queste liste sono presenti in altri cantoni svizzeri.

Altro non potrebbe essere: il PS è un partito internazionalista. Significa che tiene contatti con i socialisti e socialdemocratici di tutto il mondo e sa che i compatrioti si impegneranno per gli ideali progressisti anche all’estero. Siamo perfettamente consapevoli che solo un grande movimento internazionalista potrà lottare con efficacia contro le disuguaglianze e i privilegi dei pochissimi. Lombardi ha descritto con cura la situazione attuale degli svizzeri all’estero e ci ha ricordato che si è fatto promotore di una legge che semplifichi il loro rapporto con la patria, sia per le questioni burocratiche, sia per votare, sia per prevedere il loro ritorno. Come socialisti abbiamo cercato di dare uno slancio diverso alla nostra lista internazionale: per noi non si tratta semplicemente di amministrare la questione della nostra emigrazione, ma molto di più. L’obiettivo della nostra azione politica è chiaro: far sapere agli elettori svizzeri all’estero che il PS è la forza politica che meglio tutela gli interessi dei nostri concittadini e non quelli dei grandi capitali. Sono in gioco i nostri valori progressisti: la solidarietà, la cooperazione, l’aiuto umanitario, i diritti dell’uomo, la tutela della democrazia, le conquiste sociali e il promovimento dello Stato di diritto, in un’ottica umanistica e universale. Per il Ticino proponiamo voci da lingue e Paesi differenti: Elena Riva (esperta in lingua cinese e traduttrice a Parigi), Mielikki Albeverio (attiva a Monaco presso Amnesty International), David Monico (politologo a Bruxelles, conoscitore dei gangli del potere europeo) e Nicolette Gianella (rappresentante in Nicaragua dell’ormai storica associazione ticinese AMCA – Aiuto medico per il Centro America). Loro potranno contribuire a far conoscere la Svizzera nel mondo e a relazionarci meglio con gli aspetti positivi e negativi della globalizzazione e dell’Unione europea.

È chiaro: avremmo potuto schierare pure noi cinque compagni milanesi, considerando la storica presenza socialista in Lombardia. Ma sarebbe stato riduttivo. Abbiamo fatto una scelta diversa: la nuova presidentessa dell’antenna italiana del PS svizzero, Gaëlle Courtens, è candidata nel circondario di Ginevra. Serve a poco, infatti, continuare a parlare delle questioni Svizzera-Italia solo fra ticinesi. Il tema va aperto al resto della Svizzera e sempre in ottica europea. Un tema, questo, che sarà portato anche da Tim Guldimann, già ambasciatore svizzero in Germania, Iran e Croazia, ora candidato al Consiglio nazionale per il PS di Zurigo.

Con le liste internazionali vogliamo anche far capire che è oggi sempre più importante superare le enormi difficoltà causate dall’economia neoliberista e dai rimedi adottati dai partiti borghesi. Ricordiamo, ad esempio, che il PPD è affiliato all’Internazionale democratica centrista, quell’associazione che ha come esponenti di spicco Angela Merkel e Wolfgang Schäuble. Il PS invece è nell’Alleanza progressista, l’unica forza internazionale che ha ascoltato con vigore il grido di aiuto greco e proposto soluzioni economiche pragmatiche ed equilibrate, che stanno permettendo di trovare una via d’uscita alla crisi innescata dalle banche nel 2008, cercando di stabilizzare la Grecia e l’euro.

È importante che il Ticino si apra alle liste internazionali ed europee in questo momento storico. Per capire, ad esempio, chi sta con l’austerità ad oltranza, indebolendo lo stato sociale e devastando la democrazia, e chi invece resta coerente con l’idea che un mondo più equo e più giusto sia possibile.

Filippo Contarini e Stefano Vescovi, primi proponenti della Lista internazionale PS in Ticino e fondatori dell’antenna italiana della sezione internazionale del PS

Pubblicato sul CdT il 20.08.2015


Categoria: news, rassegna stampa
Tags: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *