Guerriglia
26 febbraio 2013 alle 21:00

La strategia di guerriglia di bassa intensità della Lega la conosciamo: “se non puoi convincere il tuo nemico,  allora confondilo!” L’iniziativa degli sgravi fiscali fa così: ti dice che vuole abbassare le imposte, in realtà ti stordisce.

In pratica ti dicono: abbassiamo l’aliquota, così paghi meno imposte sul reddito. Cosa non ti stanno dicendo? Che da qualche altra parte i soldi bisogna prenderli. Borradori e Gobbi son beh della Lega, loro le spese allo Stato le han già fatte tagliare, anche ai loro colleghi. Ma allora i soldi che mancan dove andiamo a prenderli? Cosa facciamo? Togliamo soldi alle commissioni tutorie? Togliamo soldi alla polizia? Togliamo soldi alla gestione del traffico? Togliamo soldi ai procuratori pubblici? Togliamo i soldi alla Banca dello Stato?

Certo che no, non ci vuole molto a capire non si può tagliare senza testa!

Ma allora cosa succederà? Il Nano scrive che arriveranno più persone che han piacere a venire solo per le imposte basse. Considerando che gli svizzeri e i tedeschi ricchi sono già tutti a Zugo, vuoi mica vedere che il Nano vuol far venire qua i ricchi italiani? Probabile. Ma chi ti dice che ne arriveranno tanti? Nessuno.

Di una cosa invece puoi esser sicuro: ti alzeranno le tasse. “Ma come!”, ti stai forse dicendo, “le tasse e le imposte sono la stessa cosa! E la Lega abbassa le tasse”. E qua comincia la strategia di stordimento. Le imposte di solito sono sul reddito e quelle è vero te le vogliono abbassare (a te e pure al mega ricco che abita a nella mega-villa sul lago, ricordatelo…). Delle tasse per i servizi invece se ne fregano. Il bus ti costerà di più. L’iscrizione alla scuola ti costerà di più. I rifiuti ti costeranno di più. L’elettricità ti costerà di più. La cassa malati ti costerà (ancora) di più. La casa anziani ti costerà di più. I costi di queste cose li paghi di volta in volta, queste sono tasse, non imposte, ricordatelo.

Da qualche parte i soldi bisogna pur prenderli, no? Ormai Bignasca fa le promesse come Berlusconi, ti dice che regala i soldi di qua e di là. Spero che siano solo gli italiani a crederci ancora.

Dackel


Categoria: proposte
Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *